Home / Cultura / Ho avuto un sogno: il mio Comune … di Massimo Calise

Ho avuto un sogno: il mio Comune … di Massimo Calise

Ho sognato che il mio Comune realizzava un servizio di trasporto pubblico ordinario ed efficiente che permetteva ai giovani di raggiungere la scuola e i loro punti d’incontro, ai cittadini il posto di lavoro, a tutti di raggiungere gli uffici pubblici, i presidi sanitari, la stazione ferroviaria, ecc. .
Tutti gli operatori economici traevano beneficio da una maggiore mobilità con un servizio pubblico che consentiva a residenti e turisti di muoversi liberamente favorendo anche un maggior scambio di idee e opinioni.
Ho sognato che l’Amministrazione realizzava un centro polisportivo correttamente gestito, aperto tutti i giorni per le scuole e la cittadinanza.
Realizzava anche un centro sociale con personale dipendente che, insieme ai volontari, lo manteneva aperto e vivo organizzando molteplici attività. Un punto di riferimento anche per le persone svantaggiate.
Ho sognato una comunità vivace, solidale, animata da reciproca fiducia, incoraggiata anche dalla nuova occupazione creata con i nuovi servizi.
Tutto questo, sempre in sogno, era possibile perché si era creato un forte Comune Unico che otteneva numerosi vantaggi e, fra l’altro, usufruiva di un cospicuo finanziamento statale decennale così come i 180 Comuni italiani che, solo nel quadriennio 2014-2017, si sono fusi in 74 Comuni Unici.
Ho anche sognato che la Regione Campania promuoveva, come tante altre regioni italiane, politiche attive per stimolare e accompagnare la Fusione dei Comuni.
Mi sono svegliato e, purtroppo, era solo un sogno. Tuttavia spero che sia di buon augurio per tutti noi cittadini Cilentani affinché il 2018 ci veda coraggiosi protagonisti nella promozione del benessere economico e sociale; è interesse di tutti elevare le comunità all’altezza di questo splendido territorio che la Natura ci ha donato. È possibile, come ho accennato, altri l’hanno fatto. Con questo auspicio auguro buon 2018 a tutti!

su Redazione Opera News

Vedi anche

Banca del Cilento, “matrimonio” con Teatro in Sala e partecipazione attiva al progetto del Comune di Sala Consilina

La Banca del Cilento, di Sassano e Vallo di Diano e della Lucania e la Fondazione Grande Lucania “sposano” …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta