Home / Cronaca / Aggressione a Brumotti, nella troupe minacciata anche il giornalista Vincenzo Rubano

Aggressione a Brumotti, nella troupe minacciata anche il giornalista Vincenzo Rubano

L’inviato di Striscia La Notizia Vittorio Brumotti aggredito con la sua troupe al Parco Verde di Caivano durante un servizio di denuncia riguardante lo spaccio di droga. Con Brumotti anche il giornalista cilentano Vincenzo Rubano, storico collaboratore di Striscia. Il servizio sull’accaduto sarà trasmesso integralmente questa sera su Canale 5, a partire dalle 20.35. “Verso le 15 – si legge nella nota inviata dalla redazione di Striscia – l’inviato e i suoi collaboratori si trovavano al Parco Verde di Caivano per documentare lo spaccio di droga che da qualche mese ha in parte abbandonato l’area del Rione Scampia per trasferirsi in questa cittadina a nord di Napoli. Per la prima volta una troupe televisiva ha documentato questo nuovo traffico esercitato in maniera molto organizzata e violenta da una banda di camorristi”. Il comunicato prosegue: “l’inviato di Striscia e la sua squadra non hanno nemmeno fatto in tempo a scendere dall’auto blindata, che sono stati circondati da 7-8 persone (tra cui un bambino) incappucciate che hanno cercato di aprire le portiere, minacciandoli di morte. Falliti i tentativi di aprire l’auto, i delinquenti hanno impugnato bastoni e una sedia con cui hanno sfasciato la carrozzeria e cercato di rompere i vetri, che per fortuna hanno resistito. Solo l’intervento dei carabinieri ha interrotto la violenta aggressione, ma gli agenti non sono riusciti a fermare gli aggressori. Intanto dalle finestre dei palazzi intorno continuavano ad arrivare insulti e minacce di morte nei confronti dell’inviato del tg satirico e dei suoi collaboratori”. Brumotti e la troupe sono andati via scortati dai carabinieri.

su Redazione Opera News

Vedi anche

Cyberbullismo. La Polizia Postale rafforza il sistema di tutele sui minori dai pericoli del web

E’ stato firmato l’accordo tra il Garante per la protezione dei dati personali e la Polizia Postale diretto a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi e Accetta